google38a4670fad8f46f8.html
top of page
  • LinkedIn
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram
  • Facebook

Squalo Grigio del Reef - Carcharhinus amblyrhynchos

Updated: Jul 5, 2021

Gli squali grigi del reef sono spesso una vista familiare per i subacquei, poiché sono curiosi e noti per avvicinarsi. Sono uno degli squali più comunemente avvistati nel Mar Rosso e nell'Indo-pacifico, spesso visti in siti di immersione popolari come St. John's Reefs nel Mar Rosso meridionale, e in barriere coralline relativamente poco profonde vicino a baie naturali e drop off.


Questa specie ha un corpo affusolato con un muso lungo, largo ma arrotondato e occhi grandi e rotondi. Possono essere identificati da un margine nero sulla loro pinna caudale (coda), la pinna dorsale semplice o piccola con punta bianca di medie dimensioni e punte scure sulle altre pinne. Hanno pinne pettorali strette e non hanno una cresta dorsale. La maggior parte degli squali grigi di barriera sono più piccoli di 1,9 m di lunghezza, e si trovano solitamente a profondità inferiori ai 60 m, ma possono immergersi fino a 1000 m di profondità.


Lo Squalo Grigio del Reef - Carcharhinus amblyrhynchos


Tipicamente, la colorazione dello squalo grigio di barriera è da grigio chiaro a grigio scuro sopra, con la parte inferiore più chiara o bianca. Molti squali mostrano questa contro-ombreggiatura che permette loro di essere nascosti sia dall'alto che dal basso. Gli squali grigi di barriera si abbronzano anche al sole! Gli individui che passano più tempo vicino alla superficie tendono ad essere grigio più scuro, perché i raggi del sole scuriscono la loro pelle.


Gli squali grigi di barriera sono predatori veloci e agili e si nutrono principalmente di pesci ossei, cefalopodi e crostacei; gli individui più grandi mangiano di solito una percentuale maggiore di cefalopodi (soprattutto calamari e polpi).


Sono più attivi di notte, trascorrendo il giorno sulla barriera corallina in gruppi fino a 20 individui e dividendosi la sera per cacciare in acque più aperte. Sono particolarmente bravi a catturare pesci che nuotano velocemente in acque libere, il che è complementare all'alimentazione degli squali pinna bianca del reef, che hanno una preferenza per l'alimentazione nelle grotte e nelle fessure della barriera. A differenza di questa relazione, si pensa che siano in competizione con gli squali pinna bianca, poiché hanno abitudini alimentari molto simili, e nelle aree con un'alta abbondanza di squali grigi di barriera, ci sono relativamente pochi squali pinna bianca e viceversa.


Un recente studio sui tag acustici ha rivelato che gli squali grigi hanno un home range relativamente piccolo (la parte della barriera in cui passano la maggior parte del loro tempo). Hanno anche studiato il comportamento sociale e hanno scoperto che questi gruppi sociali sono molto stabili, lo spostamento di individui tra gruppi avviene raramente e molti degli stessi individui si associano tra loro anno dopo anno.


Come la maggior parte delle altre specie di squali, gli squali grigi di barriera maturano tardi e si riproducono lentamente. Si pensa che maturino intorno ai 7 anni e che abbiano una durata di vita stimata di almeno 25 anni. Essendo una specie vivipara, danno alla luce cucciolate di 1-6 cuccioli vivi ogni due anni, con periodi di gestazione stimati a 9-14 mesi. Quando i cuccioli nascono, di solito sono lunghi tra i 45 e i 60 cm.


Gli squali grigi di barriera sono attualmente elencati come in pericolo sulla Lista Rossa IUCN, con popolazioni globali in declino.

A causa della loro strategia di vita combinata con il loro home range limitato e i loro comportamenti sociali, questa specie è particolarmente a rischio di esaurimento localizzato. Vengono pescati in tutto il mondo per la loro carne, le pinne e i fegati, ma sono anche a rischio di degrado della barriera corallina a causa dell'aumento della temperatura della superficie del mare e dell'acidificazione degli oceani.


Fortunatamente, questi squali sono protetti dalla pesca nelle acque egiziane dalle leggi locali, dagli accordi e dalle convenzioni nazionali e regionali!

Questo è importante perché sono una specie chiave per le barriere coralline del Mar Rosso, gestendo la rete alimentare ed evitando che le popolazioni delle specie preda si espandano troppo, il che potrebbe avere un impatto negativo sulle popolazioni di quelle specie a un livello trofico inferiore (più in basso nella rete alimentare).





Autore:

Traduzione:

Alessandra Sicilia

RED SEA PROJECT™



 


339 views

Recent Posts

See All

Comments


bottom of page