google38a4670fad8f46f8.html
  • LinkedIn
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram
  • Facebook

Immersione e disidratazione - Italiano

Updated: Jul 14

Ironico ma vero. Le immersioni subacquee possono far disidratare un subacqueo se la quantità d'acqua nel suo corpo è insufficiente. Questo può causare grossi problemi in quanto l'acqua è fondamentale per il buon funzionamento di una dozzina di sistemi biofisici e processi biochimici. A livello cellulare, le reazioni chimiche nella cellula richiedono acqua. A livello tissutale, l'acqua mantiene i tessuti flessibili e paffuti. L'acqua è anche necessaria per la produzione di sangue e la circolazione attraverso il sistema cardiovascolare.


Un subacqueo può perdere liquidi attraverso il sudore o la minzione. Sì, i subacquei sudano anche sott'acqua. Vi sono diverse concause ,ma la respirazione causa la maggior parte delle perdite d'acqua per i subacquei. Avete mai osservato cosa succede quando si respira vicino a un pezzo di vetro? Il vetro diventa nebbioso. Questo dimostra che quando si respira normalmente, si espellono elevate quantità di umidità nell'aria. Poiché le bombole subacquee contengono aria più secca dell'aria di superficie i nostri polmoni devono lavorare di più per umidificarla considerando poi che, a causa della temperatura più fredda dell'acqua, i polmoni devono lavorare di più per riscaldare l'aria, capiamo come la perdita di liquidi continui ad aumentare.


L'acqua salata anche incide, avete notato quando uscite dall'acqua di mare l'acqua, asciugandosi lasci sulla pelle cristalli di sale? Ebbene questi cristalli hanno la capacità di assorbire e trattenere le molecole d'acqua, questo significa che assorbono umidità, che poi evapora a causa del sole e del vento, aumentando ancvora una volta la disidratazione.


Non solo, durante l'immersione, l'aumento della pressione ambientale e la temperatura dell’acqua che è solitamente piu fredda, restringono i vasi sanguigni degli arti, mentre il sangue viene deviato dalle estremità al centro del corpo sistema cardiocircolaratorio) nel tentativo di tenerlo al caldo. Come reazione, i reni producono più urina, il che significa ancora una volta perdita di acqua e sali solo perchè Il nostro corpo interpreta questo aumento del volume di sangue come un eccesso di liquidi .

Questo è anche il motivo per cui i subacquei sentono il bisogno di urinare durante, o immediatamente dopo l'immersione. Anche se erroneamente pensiamo che un’abbondante minzione sia indice di una buona idratazione, in realtà significa solo che si stanno perdendo troppi liquidi.

Vediamo insieme nello specifico cause, segni, sintomi e possibili complicazioni e come prevenirli.



Non è difficile raggiungere il giusto livello di idratazione prima e durante l'immersione. Prima di partire è sufficiente bere molta acqua o una bevanda sportiva che non contenga troppi zuccheri. Con il tempo più caldo e per immersioni più lunghe, è necessario bere più liquidi. Bere lentamente, in modo che il vostro corpo abbia abbastanza tempo per assorbire i liquidi senza che i reni siano sopraffatti. Ma ricordate di evitare bevande a base di caffeina come caffè e cola o qualsiasi bevanda alcolica per molte ore prima dell'immersione.

Photo by/ Ahmed Fouad  - Copyright © 2010


La disidratazione significa che il vostro corpo non ha così tanta acqua e liquidi come dovrebbe. La disidratazione può essere causata dalla perdita di troppi liquidi, dal fatto di non bere abbastanza acqua o liquidi, o da entrambima anche v omito e diarrea sono cause comuni così come le cabine pressurizzate degli aerei, l'aria compressa, le bevande alcoliche e altre bevande diuretiche, i farmaci diuretici e alcune condizioni mediche come il diabete possono causare disidratazione.

I bambini subacquei sono più suscettibili alla disidratazione rispetto agli adulti a causa del loro peso corporeo più piccolo e del maggiore ricambio d'acqua e di elettroliti. Anche gli anziani e le persone affette da malattie sono più a rischio. La disidratazione è classificata come lieve, moderata o grave in base alla quantità di fluido corporeo perso o non reintegrato. Quando è grave, la disidratazione è un'emergenza pericolosa per la vita. È un pericolo noto per i subacquei, in quanto aumenta il rischio di malattia da decompressione (MDD). Alcuni dei sintomi della disidratazione includono: * Bocca secca o appiccicosa

* Scarso o nullo rilascio di urina; l'urina concentrata appare di colore giallo scuro

* Non si producono lacrime

* Occhi infossati

* Stato letargico o comatoso (in caso di grave disidratazione)

Un esame fisico in caso di disidratazione può anche mostrare segni di:     * Bassa pressione sanguigna

* La pressione sanguigna che si abbassa quando si passa da sdraiati a in piedi

* Frequenza cardiaca rapida

* Povero turgore della pelle - la pelle può mancare della sua normale elasticità e tornare in posizione lentamente quando

viene pizzicata in una piega

* Ricarica capillare ritardata (il sangue non affluisce velocemente nella rete capillare)

* Shock


I diuretici si aggiungono alla disidratazione che si verifica con l'esercizio fisico a causa della sudorazione, dell'insensibilità e della perdita di acqua respiratoria; come abbiamo visto nell'introduzione, il subacqueo deve anche prendere in considerazione alcune preoccupazioni aggiuntive per la perdita di liquidi e la sostituzione.

1. Le bombole subacquee hanno aria estremamente secca all'interno. Poiché quest'aria viene portata nei polmoni e satura, quasi il doppio della normale quantità d'acqua viene persa dal corpo.

2. La respirazione a pressione negativa fa sì che i subacquei perdano circa 350 cc/ora dal loro volume sanguigno circolante, un fenomeno chiamato diuresi da immersione e visto anche in snorkelers e nuotatori.

3. Il freddo inibisce l'ormone anti diuretico, causa la vasocostrizione periferica, riportando il fluido nel nucleo e stimolando la diuresi con conseguente perdita di volume del plasma.

4. L'ipercapnia (alta anidride carbonica nel sangue) associata all'immersione diminuisce l'ormone anti diuretico, favorendo la perdita di liquidi dal volume plasmatico.

5. Anche i diuretici come l'alcol, il caffè, il tè contribuiscono alla perdita di liquidi, contribuendo alla disidratazione prima dell'immersione.

6. Oltre a quanto sopra, lo stato di ipovolemia cronica (basso volume di liquidi) e ipopotassiemia (basso potassio sierico) causata da diuretici orali è pericoloso per i subacquei, aumentando la loro suscettibilità alle malattie da decompressione e alle aritmie cardiache, rispettivamente.

La disidratazione influisce sul tasso di rilascio di azoto. Questo rende le salite più lunghe e l'aria del subacqueo può esaurirsi. In questa situazione, un subacqueo deve affrontare una scelta spiacevole. Rispetto alla malattia da decompressione, la disidratazione causa meno danni. Tuttavia, le conseguenze come l'abbassamento del flusso sanguigno, che rende la pompa cardiaca più veloce, sono ancora abbastanza spiacevoli e bisogna fare tutti gli sforzi per evitarlo. Se disidratato, il subacqueo si stancherà più rapidamente, rovinerà il suo divertimento e dovrà riemergere più velocemente.


Non è difficile raggiungere il giusto livello di idratazione prima e durante l'immersione. Prima di partire, basta bere molta acqua o una bevanda sportiva che non contenga troppi zuccheri. Con il tempo più caldo e per immersioni più lunghe, è necessario bere più liquidi. Bere lentamente, in modo che il vostro corpo abbia abbastanza tempo per assorbire i liquidi senza che i reni siano sopraffatti. Ma ricordate di evitare bevande a base di caffeina come caffè e cola o qualsiasi bevanda alcolica per molte ore prima dell'immersione.


Fluidi inadeguati nei vasi sanguigni del collo e della testa causano mal di testa, quindi fate attenzione ai mal di testa - sono la prima indicazione che potreste essere di fronte alla disidratazione. Prima dell'immersione, esaminate le urine per assicurarvi che siano trasparenti e di colore chiaro. Una volta emersi, reidratatevi lentamente.


Quindi, usiamo il buon senso e immergiamoci in sicurezza!

Link utili: http://www.divecrew.co.uk/dive-news/2009/09/dehydration-and-diving-not-a-good-mix  http://scuba.about.com/b/2011/04/05/dehydration-and-diving.htm http://scuba-doc.com/dehyd.htm http://www.scubadivingsolutions.com/dehydration.html http://scubadoc.blogspot.com/ http://womensdivewatch.org/dehydration-and-diving.htm

https://www.tuttisub.it/tuttiblog/mondo-sub/cos%E2%80%99e-la-disidratazione-e-come-influisce-sulla-sicurezza-subacquea.html ulteriori letture: "Diving Medicine", Bove and Davis, Philadelphia, WB Saunders, 1990, ed 2


Autore: Ahmed Fouad

Traduzione: Alessandra Sicilia


227 views

RED SEA PROJECT™

International non-profit organization dedicated to the protection and conservation of marine ecosystems and biodiversity.

Registered: EU | AUT | ZVR-Zahl 1533647934

STAY CONNECTED

  • LinkedIn
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram
  • Facebook

HEADQUARTERS Körblergasse 63 | Graz, 8010 Styria, Austria

+4366499703000 | info@redsea-project.com     

Copyright ©2020  | RED SEA PROJECT All rights reserved

Terms and conditions