google38a4670fad8f46f8.html
  • LinkedIn
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram
  • Facebook

Granchio Fantasma - Italiano

Updated: Jul 14

I granchi fantasma sono crostacei piuttosto minuti, difficili da individuare perché color sabbia e un po' diafani (traslucidi). I loro occhi neri e su lunghi steli danno loro un aspetto extraterrestre, si muovono in modo piuttosto deciso - ma probabilmente li vedrete solo al crepuscolo o di notte. I granchi fantasma si aggirano sulla spiaggia, alla ricerca di cose gustose da mangiare. Una volta all'anno, quando le tartarughe marine si schiudono, si godono delle feste speciali. Trascinano i piccoli nelle loro tane sotterranee e li divorano.



Si possono notare gli ingressi alle tane per granchi fantasma, buche delle dimensioni di palline da golf nella sabbia asciutta della spiaggia superiore o nelle dune di sabbia. Osservare alcune specie di granchi fantasma costruire (o riparare) le loro case è particolarmente affascinante. Con le chele, il granchio solleva la sabbia e la getta via dall'apertura della tana.

Dopodichè il Granchio Fantasma calpesta la sabbia sparsa e, con le sue chele, leviga la superficie. (Al contrario, altre specie sollevano la sabbia sotto forma di palline e la lasciano sparpagliata all'ingresso). Anche le tracce del granchio segnano chiaramente l'ingresso della tana. Un altro stile di ingresso è rappresentato da una cupola di sabbia che copre il foro della tana. Ovviamente alcuni Fantasmi sono più inclini di altri a mimetizzare piu o meno la loro casa.


La tana può inclinarsi con un angolo di 45°, e ha una camera di "svolta" alla fine. Il tunnel che gli fa da dimora è costruito con granelli di sabbia bagnati, in modo che non crolli. In inverno i granchi fantasma vanno in letargo nelle loro tane, "trattenendo il respiro" per sei settimane immagazzinando l'ossigeno in sacche specializzate vicino alle branchie.



Quando non va in letargo, il Granchio fantasma deve bagnare periodicamente le branchie sia per la respirazione che per la riproduzione per questo la meravigliosa creatura mantiene un po' di acqua di mare nelle camere bronchiali. Quando questa riserva d'acqua deve essere reintegrata, il Granchio Fantasma si avvicina lateralmente alla riva, rimanendo lì fino a quando un'onda non frange abbastanza lontano da bagnarlo. Poi si precipita di nuovo verso la spiaggia superiore.


L'accoppiamento avviene sulla sabbia o all'interno di cunicoli, e la femmina depone le uova in acqua, alcuni ricercatori suggeriscono che ciò avviene con l'alta marea vicino alla luna piena. Le larve vanno alla deriva per quattro o sei settimane, preda di piccoli pesci e di altre creature acquatiche, fino a quando quelli che sopravvivono della dimensione piccoli di semi di mela, ritornano sulla sabbia.

Il granchio fantasma ha pochi predatori, ma lo sviluppo degli esseri umani è un pericolo primario. L'urbanizzazione delle zone costiere e delle spiagge può sia spostare i granchi fantasma che compattare la sabbia, e può distruggerne le tane, forzare l'umidità necessaria dalla sabbia, schiacciare la vegetazione e migliorare l'erosione delle onde.

Fortunatamente, l'inafferrabile e ben adattato granchio fantasma rimane una parte vivace dell'ecologia delle spiagge del Mar Rosso, e vale la pena fare uno sforzo in più per rintracciarlo e vederlo in azione.



Riferimenti:

  • Classificazione: Granchio fantasma atlantico

  • Famiglia Ocypodidae.

  • Genere Ocypode

  • Specie: O. quadrata


  • Todd Ballantine, Tideland Treasure.

  • Peter Meyer, Nature Guide to the Carolina Coast.

  • Carol M. Williams, Beach Bountiful: Southeast

Autore/ immagini ©: Ahmed Fouad

Traduttore: Alessandra Sicilia

39 views

RED SEA PROJECT™

International non-profit organization dedicated to the protection and conservation of marine ecosystems and biodiversity.

Registered: EU | AUT | ZVR-Zahl 1533647934

STAY CONNECTED

  • LinkedIn
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram
  • Facebook

HEADQUARTERS Körblergasse 63 | Graz, 8010 Styria, Austria

+4366499703000 | info@redsea-project.com     

Copyright ©2020  | RED SEA PROJECT All rights reserved

Terms and conditions