google38a4670fad8f46f8.html
top of page
  • LinkedIn
  • Twitter
  • YouTube
  • Instagram
  • Facebook

Deep Diving - Italiano

"Fino a che profondità sei arrivato sott’acqua?". Questa è una domanda delicata, che molti dei miei studenti mi pongono, a cui non mi piace rispondere perché temo che i miei allievi possano aspirare alla mia massima profondità, o peggio, tentare di batterla. Una domanda più appropriata sarebbe: "Quanto in profondità possono immergersi i subacquei?" Sfortunatamente, la risposta non è semplice: dipende da una varietà di fattori come il tipo di miscela di gas respirato, il livello di esperienza e la tolleranza personale ad alte pressioni parziali di gas inerti e ossigeno.


Molti subacquei hanno idee diverse su quando un'immersione è considerata un'immersione profonda. Per dirla in prospettiva, un subacqueo open water è certificato per immergersi a 18 metri e un subacqueo Advanced Open Water è certificato per immergersi a 30 metri. Come parte del corso Advanced Open Water uno studente completerà un'immersione profonda fino a 30 metri, quindi per un subacqueo avanzato open water qualsiasi profondità superiore a 18 metri potrebbe essere chiamata profonda. Il limite delle immersioni ricreative è considerato di 40 metri e questa è la profondità a cui un subacqueo addestrato in immersioni profonde, è certificato per scendere. Di solito, un'immersione profonda è considerata un'immersione tra i 30 e i 40 metri.

Photo courtesy of PADI©


Il motivo principale per cui i subacquei devono immergersi in profondità è vedere cose che non puoi vedere in acque poco profonde. È abbastanza comune che relitti ben conservati si trovino in acque più profonde, poiché la maggiore profondità significa meno esposizione alle onde di superficie. Scoprirete anche che esiste una vita marina diversa a diverse profondità. Sulle barriere coralline tropicali è comune trovare coralli più sani a profondità maggiori a causa della minore esposizione al sole e ai subacquei. Anche molti pesci e altre creature marine preferiscono profondità importanti. Naturalmente uno svantaggio delle immersioni più profonde è meno visibilità e meno colori a causa della minore luce solare. 


Come la maggior parte dei tipi di immersioni ricreative, le immersioni profonde sono molto sicure purché siano prese le precauzioni appropriate. Le principali preoccupazioni nelle immersioni profonde sono maggiori possibilità di malattia da decompressione, rapido consumo di aria e narcosi da azoto.

A causa dell'aumento della pressione a profondità maggiori, le possibilità di malattia da decompressione aumentano. Questo può essere contrastato pianificando correttamente l'immersione, utilizzando tavole da immersione o un computer subacqueo e assicurandovi di risalire lentamente e completare tutte le tappe di sicurezza o decompressione necessarie.


I limiti assoluti per le immersioni ricreative sono di 40 m, profondità maggiori di questa sono il regno delle immersioni tecniche!

A causa di un consumo d'aria più rapido a profondità elevate, è importante monitorare frequentemente il manometro per riuscire a avere una maggiore riserva d'aria alla fine dell'immersione. Si consiglia inoltre di utilizzare una fonte d'aria di emergenza nel caso in cui si arrivi a essere in riserva. Ciò significa trasportare un piccola bombola d'aria aggiuntiva chiamata bottiglia pony o appendere una bombola di riserva sotto la barca. Questa bombola di riserva, munita del suo proprio erogatore è appesa con una corda alla barca da immersione. Normalmente si trova a 5 metri, in modo che sia facilmente accessibile durante le tappe di sicurezza.


La terza preoccupazione in immersione profonda è la narcosi da azoto. L'aria che respiriamo è costituita per il 79% da azoto, un gas inerte che non ha alcun effetto sul nostro corpo sotto la normale pressione di superficie. Tuttavia, mano a mano che scendiamo in profondità, con l'aumento della pressione, aumenta la pressione parziale dell'azoto, il che significa che ha lo stesso effetto di respirare maggiori concentrazioni di azoto. Questo aumento dell'azoto influisce sulle sinapsi nel nostro cervello e porta una sensazione molto simile all'ubriachezza.


La narcosi da azoto varia da una persona all'altra, a diverse profondità, ma inizia a colpire la maggior parte delle persone a circa 15 metri. I primi effetti sono normalmente formicolio alle dita, seguito da pensiero lento, vertigini, disorientamento e processo decisionale compromesso. La maggior parte delle persone segnala di sentire gli effetti della narcosi da azoto a profondità superiori a 30 metri. Più in profondità vai, maggiori sono gli effetti. La narcosi da azoto non presenta rischi per la salute a lungo termine e tutti i sintomi vengono alleviati non appena il subacqueo risale. Si raccomanda alle coppie di subacquei di monitorarsi a vicenda per i sintomi della narcosi da azoto e risalire per evitare narcosi gravi.


Il corso Advanced Open Water include un'immersione profonda fino a 30 metri. Successivamente i subacquei sono in grado di completare un corso di Deep Diving. Questo corso di specialità è costituito da quattro immersioni tra i 18 e i 40 metri. Il corso copre la teoria, tra cui la pianificazione delle immersioni profonde e la narcosi di azoto, nonché la pratica utilizzando bottiglie pony e / o bombole di riserva ed eseguendo soste profonde. Normalmente effettuerete alcuni esperimenti con vostro istruttore per testare gli effetti della narcosi da azoto e state certi che la sperimenterete durante il corso. Dopo la certificazione, i subacquei saranno certificati per immergersi a 40 metri. Profondità maggiori di questa sono il regno delle immersioni tecniche.


Autore : Ahmed Fouad

Traduzione: Roberta Ibba

18 views

Recent Posts

See All

Yorumlar


bottom of page